L'Organizzazione Attiva

(e quella Passiva)


Oggi vorrei parlarvi della sostanziale differenza tra Organizzazione Attiva e Passiva. Quando ho chiesto alle persone che mi sono accanto "Che cos'è per te l'organizzazione?" mi è stato risposto: "metodo, ordine" "la capacità di organizzare, ovvero di disporre secondo un ordine" "trovare subito quello che cerco" "avere un posto per ogni cosa". Tutte risposte assolutamente corrette ma che evidenziano poco, a parer mio, l'aspetto dinamico di una Buona Organizzazione.


Non parlo di differenze strumentali o tecniche quanto più di approccio, di mentalità.





Ma che cos'è l'Organizzazione Attiva?


E’ la profonda comprensione dell’importanza dell’ordine e della disciplina.

E’ la ricerca e lo studio dello strumento o del modello organizzativo più idoneo a te, alle tue necessità e alle specificità della tua attività.

E’ la progettazione di un sistema organizzativo snello, smart, sempre innovativo.

E’ la ricerca della semplicità e della fruibilità.

E’ qualcosa che nessuno ti impone ma che adotti con consapevolezza per poter essere sempre efficiente ed efficace.

Ma soprattutto è qualcosa di attivo, di vivo, che matura nel tempo secondo le necessità dettate dal contesto in cui operi e dalla tua evoluzione personale o da quella della tua attività.


E l'Organizzazione Passiva...


Di Organizzazione Passiva parlo nel Blog di Businessfly a questo link. Per avere una visione completa dell'argomento vai a dare un'occhiata!


Perché è importante questa distinzione


Per 16 anni ho lavorato in azienda dove l’essere "attivamente organizzati" è imprescindibile per poter svolgere al meglio la propria mansione senza troppo stress e riuscendo ad essere sempre al passo con le novità, l'innovazione, l'aumento della burocrazia e delle informazioni. Questo ovviamente vale anche nella libera professione o in qualsiasi altro tipo di attività.


L'organizzazione e la base della tua attività. Sono le radici della tua professionalità. Se le radici non vengono curate la pianta soffre. Lo stesso vale per la tua professione se non curi la tua organizzazione con assiduità.

Essere passivamente organizzati, ossia non adeguare periodicamente i propri sistemi organizzativi (parlo di sistematizzazione della tua attività a questo link) o adattarsi a strumenti e tecniche che non sono in linea con le proprie caratteristiche personali, solo perché ti vengono consigliati o perché "li utilizzano tutti", non va bene.


Questo è il momento giusto per ripensare alla tua organizzazione. Sfrutta l'occasione per chiederti se gli strumenti che utilizzi ti sono davvero utili, se i tuoi sistemi sono ben ordinati e facili da gestire.


Mi permetto di darti un consiglio: Se ci impieghi più di un minuto per trovare un documento, per gestirlo o archiviarlo, c'è qualcosa che no va... Se non riesci a portare a termine gli obiettivi che ti sei prefissato c'è qualcosa che non va...


Sei pronto ad essere attivamente organizzato? Se vuoi confrontarti con me ti ricordo che hai a disposizione un'ora di consulenza gratuita passando dal sito www.posso.it


Ti aspetto!


Maria Luana

21 visualizzazioni

© 2020 by Maria Luana Barmaz Professional Organizer - privacy policy